Show Nav
DA LEGGERECasa&Storie

Le mezze stagioni non sono mai esistite.

Non siete convinti? Leggete il mito di Demetra e di Persefone.

“I miti sono fatti perché l'immaginazione li animi.” ALBERT CAMUS

L’etimologia della parola stagione risulta incerta, oscillante tra due parole latine, statiónem (“atto di stare”, “fermata”) e satiónem (“atto di seminare”). Il ritmo delle stagioni scandisce da sempre la vita umana, se credete è la parte “culturale” del nostro senso del tempo - è il periodo dell’anno dedicato a una particolare semina: ci accompagna da quando abbiamo iniziato a scegliere di riunirci in comunità, raccolte in piccoli villaggi, che poi si son fatti città.
Per questo anche la mitologia, nata proprio per “raccontare” i fenomeni della natura agli uomini più semplici, spiega il fenomeno dell’alternarsi delle stagioni attraverso il mito di Demetra, dea delle messi, dei raccolti.
 
Demetra, dea della fertilità, era la madre di Persefone.
Un giorno Ade, re dell’Oltretomba e signore dei morti, vide Persefone, se ne innamorò e la rapì, trascinandola con sé nel suo mondo sotterraneo per sposarla. Quando Demetra si accorse che la figlia era scomparsa, disperata, prese a cercarla ovunque. Dopo dieci giorni di ricerche forsennate, Elio, il Sole, le rivelò la verità: tua figlia è stata rapita, è negli Inferi, adesso, ed è sposa del loro dio Ade. Furiosa, Demetra abbandonò l'Olimpo e, pazza di dolore, per vendetta decise che la terra non avrebbe più dato frutti, così la razza umana si sarebbe estinta nella carestia.
Fu allora che Zeus intervenne: ordinò ad Ade di restituire Persefone alla sua casa.
Ade obbedì, ma prima di rimandare colei che era ormai sua moglie sulla terra, compì un prodigio per impedirle di rimanere per sempre nel regno della luce, lontano da sé. Le fece mangiare un seme di melograno quando lei ancora era nel regno dei morti: per il potere di questo frutto, la costrinse a farvi ritorno, ogni anno, per un lungo periodo.
Fu così che Demetra decretò che nei sei mesi che Persefone sarebbe stata nel regno dei morti, sul mondo sarebbe calato il freddo e la natura si sarebbe addormentata, dando origine all'autunno e all'inverno, mentre nei restanti sei mesi la terra sarebbe rifiorita, dando origine alla primavera e all'estate.
 
Ecco: le mezze stagioni non sono mai esistite - le stagioni sono due: quella fredda (da Ottobre a Marzo) e quella calda (da Aprile a Settembre). Si parla di primavera e autunno, ma in realtà, con anticipi o ritardi, è solo l'inverno che cede il passo all'estate e viceversa.
L’astronomia ha poi portato a dividere l'anno in 4 stagioni, ma si potrebbe dividerlo in 6 o addirittura 12: ogni mese ha infatti le sue caratteristiche.
 
Molti luoghi comuni sono instabili nel tempo e nello spazio, legati a una determinata epoca e alle dinamiche sociali e culturali. Non quello sulle mezze stagioni: già Leopardi nello Zibaldone (1817-32) scriveva: "Egli è pur vero che l'ordine antico delle stagioni par che vada pervertendosi. Qui in Italia è voce e querela comune, che i mezzi tempi non vi son più; e in questo smarrimento di confini, non vi è dubbio che il freddo acquista terreno. Io ho udito dire a mio padre, che in sua gioventù, a Roma, la mattina di Pasqua di Resurrezione, ognuno si rivestiva da state. Adesso chi non ha bisogno dì impegnar la camiciola, vi so dire che si guarda molto bene di non alleggerirsi della minima cosa di quelle ch’ei portava nel cuor dell’ inverno".
Articolo precedente
Articolo successivo

Articoli in evidenza

Casa&Viaggi DA LEGGERE

E quindi uscimmo a riveder le stelle.

Il fenomeno dell'astroturismo.

Sempre più in voga in tutto il mondo, l’astroturismo si sta diffondendo anche in Italia grazie ad appassionati di osservazioni astronomiche alla ricerca di ambienti incontaminati dove godere della vista di migliaia...

Leggi tutto
Casa&Fuori Casa DA LEGGERE

Città che scendono in campo.

L'orto in città.

L’orto urbano non è solo un luogo in cui coltivare frutta, verdura e ortaggi. È un modo per riconnettersi con lo scorrere del tempo e con la natura, per ritrovare se stessi e le proprie origini, una vera e propria filosofia...

Leggi tutto
Casa&Società DA LEGGERE

Progettare armonia.

Vastu: sogno o son desto?

Una casa in armonia con l’universo. Letto così, lo spirito del Vastu appare oggi un tantino utopistico, ad esser generosi. La maggior parte delle nostre case non riesce ad armonizzarsi non dico con l’universo, ma neppure col...

Leggi tutto

In questo numero

Casa&Sport DA LEGGERE

Partite per conoscere.

Europei di calcio 2016: un’occasione per viaggiare.

Leggi tutto
Casa&Ragazzi DA LEGGERE

Figli delle stelle.

Il fascino del cielo.

Leggi tutto
Casa&Buoni Consigli DA LEGGERE

Tu chiamale, se vuoi, soluzioni.

In Viaggio, detersivo universale in formato salvaspazio.

Leggi tutto
Casa&Cucina DA LEGGERE

Il fior fiore del gusto.

Fiori di zucca alla ligure.

Leggi tutto
Casa&Lettere DA LEGGERE

La parola ai nostri lettori.

Pareri, commenti, impressioni.

Leggi tutto
Casa&Rosy DA LEGGERE

Editoriale di Rosy Cassata.

Le stagioni della casa, le stagioni della vita.

Leggi tutto