Show Nav

Ammorbidente o appretto? Piccola guida alla scelta corretta

Profumati e perfetti!

Per le nostre nonne ammorbidire e inamidare erano due compiti difficili, e richiedevano grande maestria. Per noi usare l’ammorbidente e l’appretto è molto più facile – tanto quanto un semplice gesto – ma sapere quando usare l’uno e quando l’altro e, soprattutto, non cadere nell’errore di utilizzarli insieme, è fondamentale.

Te lo sei mai chiesta? A cosa servono veramente questi due prodotti? La risposta è importante: a mantenere i tessuti morbidi e consistenti, protetti e curati, e a darti un risultato perfetto durante la stiratura, facendo sì che il tuo capo sia bello, fresco, senza grinze e pronto all’uso. Esattamente come tu lo desideri.

Ammorbidire le fibre – è una scelta precisa. Non cadere nell’errore di usare l’ammorbidente semplicemente per dare un buon profumo al tuo bucato. Non serve. Se il detersivo è di buona qualità il bucato esce profumato anche senza l’uso dell’ammorbidente, che invece deve essere impiegato con lo scopo preciso di ammorbidire e rendere più soffici le fibre che durante il lavaggio si induriscono e che devono essere riportate alla naturale leggerezza. Infatti non dobbiamo dimenticare che, lavaggio dopo lavaggio, il calcare si deposita sulle fibre togliendo loro la morbidezza originale e rendendole “rigide”. L’ammorbidente non può mancare quando laviamo asciugamani e accappatoi di spugna, jeans, magliette che vanno sulla pelle, cioè quei capi che hanno bisogno di essere stesi, ammorbiditi e resi ben gonfi. Attenzione: usare troppo ammorbidente produce effetti inversi, sformando i capi come le camicie e rendendo impermeabili e meno assorbenti le spugne da bagno. Nuncas propone nella sua vasta gamma di prodotti per il bucato perfetto Morbivel, un ammorbidente tradizionale che ridistende i tessuti e contrasta l’azione del calcare. È liquido e si scioglie velocemente, quindi è perfetto per le lavatrici di ultima generazione, che risparmiano acqua, anche a mezzo carico.

Quando usi l’ammorbidente significa che desideri dare alle tue fibre morbidezza, quindi non ha senso, durante la stiratura, impiegare un appretto per “irrigidire” ciò che hai appena ammorbidito. Il risultato sarebbe nullo, perché i due prodotti si contrastano tra loro. Quindi, quando lavi le camicie che saranno poi inamidate, evita l’ammorbidente e avrai un risultato davvero migliore.
A seconda poi del grado di rigidità che vuoi dare alla fibra puoi scegliere di utilizzare l’appretto liquido (durante il lavaggio) o quello spray (durante la stiratura).

Per tovaglie, asciugamani di lino e tutto quanto vuoi che sia ben stirato e ben inamidato dunque predisponi il lavaggio mettendo nella vaschetta apposita Sanpli Appretto Lavatrice di Nuncas ed evitando l’ammorbidente. Per i capi che devi inamidare solo in alcuni punti strategici, come i colli e i polsini delle camicie da uomo, puoi spruzzare direttamente sul punto da inamidare Sanpli Appretto Spray. Un appretto di qualità deve darti due garanzie: non ingiallire durante la stiratura e saper rendere la fibra corposa senza darle ruvidità. Chi vorrebbe indossare una camicia ruvida? Nuncas usa per il suo Senzagrinze spray un amido naturale di riso che, a differenza di quelli di mais, evita l’ingiallimento ed è inoltre delicato sulla pelle a contatto con i capi.

Imparando a riconoscere i tessuti e le loro particolarità ti verrà naturale usare selettivamente ammorbidente e appretto. Per un risultato ottimale, praticamente professionale, unito ad un notevole risparmio economico.