Show Nav

Bicchieri e cristalli perfetti, anche sotto il sole dell’estate

In lavastoviglie con Nuncas

Il vetro e il cristallo sono materiali solo apparentemente facili da tenere puliti: se sbagli la routine di lavaggio, o li asciughi in modo errato, è facile trovarti con aloni e macchie. Viceversa – bastano davvero poche mosse e i consigli giusti per averli sempre perfetti.

I francesi hanno un bellissimo nome per indicare tutti gli oggetti in vetro e in cristallo che si tengono normalmente nella credenza: verrerie. Delicati e trasparenti, unici nella loro semplice bellezza, alcuni sono oggetti di uso comune, a volte quotidiano, altri invece pezzi unici da collezione che vengono esposti nelle vetrinette o magari pezzi più eleganti che vengono utilizzati solo nelle occasioni speciali. In ogni caso, quando si tratta di lavarli, non sempre ti senti sicura nel metterli in lavastoviglie.
C’è una buona notizia: la lavastoviglie (purché dotata di programma apposito per i cristalli) è certamente sicura, ma devi scegliere il detersivo corretto e caricarla seguendo alcuni accorgimenti.
Carica la lavastoviglie mettendo i bicchieri nelle apposite griglie, a testa in giù. Fai attenzione che i cristalli non si tocchino tra loro, il tremolio della lavastoviglie durante il lavaggio potrebbe romperli.
Scegli poi un detersivo liquido o in gel, in modo da evitare graffi, e usane sempre poco: dosalo in base allo sporco, non in base al numero di stoviglie che devi lavare. Forse non sai che il detersivo attacca lo sporco in modo specifico e – quando non lo trova – attacca la superficie delle stoviglie. Metterne troppo, quindi, significa rovinare i tuoi preziosi cristalli.
In ogni caso non usare le pastiglie, specie quelle “tre in uno”: le pastiglie compresse si rompono a contatto con l’acqua in pezzi più piccoli, che possono essere mandati qua e là dai getti d’acqua creando graffi alle superfici delicate. Nuncas consiglia Stovilnet Lavastoviglie Detersivo in polvere, ideale per lavare accuratamente, igienizzando a fondo ed eliminando anche le macchie di rossetto che di solito possono restare sui bicchieri.
Infine, una nota utile sul brillantante. Va utilizzato sempre, per evitare che rimangano sui piatti gli aloni del risciacquo. Certo va dosato in modo intelligente, ossia in base alla durezza dell’acqua di casa tua. Ogni lavastoviglie moderna consente di farlo (ma se usi il detersivo in pasticca non puoi , ovviamente, perché è predosata). Nuncas ha nella sua gamma di prodotti per i piatti Stovilnet Lavastoviglie Brillantante, un eccellente brillantante che rende lucide e brillanti le stoviglie.
Importante tanto quanto il lavaggio, per il vetro, è l’asciugatura. La lavastoviglie termina il ciclo con un getto di vapore a 90°C che asciuga le stoviglie in modo omogeneo. Può essere utile, al termine del lavaggio, aprire leggermente lo sportello, per far uscire il vapore ed evitare l’accumulo di residui (alcune lavastoviglie tecnologicamente più avanzate lo fanno autonomamente subito dopo aver terminato l’asciugatura).
Se vuoi lavare a mano i tuoi cristalli, magari perché sono pochi, innanzitutto tienili separati, nel lavello, dalle pentole e dai piatti unti. Se metti i bicchieri insieme alle pirofile grasse dovrai poi lavarli in modo più aggressivo di quanto invece faresti limitandoti a rimuovere lo sporco che generalmente si trova su queste stoviglie.
Lava i cristalli con una spugnetta morbida, risciacquali accuratamente e poi mettili a scolare per qualche minuto, a testa in giù, su un canovaccio pulito. Asciugali comunque a mano, con un canovaccio in lino leggero o in cotone morbido (lavato senza ammorbidente!). Se li lasci asciugare all’aria, ovviamente, li ritroverai pieni di gocce di calcare. Infine riponi i bicchieri possibilmente senza impilarli, per evitare graffi.
Garantirai così ai tuoi cristalli una lunga vita splendente.