Show Nav

Mobili con una storia

Non è “vecchio” ma “antico”

L’antiquariato è tradizione, ma anche amore per le cose appartenute a chi ha vissuto prima di noi. Prendersi cura di un mobile che non è solo “vecchio” ma ha una storia da raccontare è facile e molto gratificante.

L’amore per l’antiquariato non è immediato, soprattutto se provieni da una famiglia con la passione per il design, per la quale modernità e minimalismo sono i valori di punta da ricercare nell’arredamento. Ad un certo punto comunque, più o meno dopo i 35 anni, ti accorgi di guardare con occhio innamorato un mobile che ha una storia da raccontare e – da lì in poi – il tuo amore per l’antiquariato ti trascinerà probabilmente di mercatino in mercatino. Spesso a far scoccare la scintilla può essere il mobile ereditato dalla nonna, oppure un vecchio mobile messo in soffitta che, per svariate ragioni, hai bisogno di recuperare. Guardalo bene. Non è “vecchio” ma “antico”. Il suo aspetto è magnifico visto nella giusta luce e ci vuole davvero poco per prendersene cura in modo corretto. Ma devi trovare il luogo adatto per valorizzarlo, perché lui, da solo, può cambiare davvero le sorti di una stanza. Non è affatto vero che l’antiquariato sta bene solo nelle case classiche e già arredate con pezzi d’epoca. Anzi, la bravura degli interior design sta proprio nel mescolare con accurata sapienza oggetti nuovi e oggetti antichi, creando quel mix unico che rende speciale un ambiente. I pezzi più facili da sistemare sono indubbiamente i cassettoni, gli armadi a doppia anta tipo credenza e le testate del letto, perché non hanno bisogno di altri complementi per essere valorizzati. Più difficile invece sistemare delle sedie (devono essere un numero congruo e abbinarsi ad un tavolo) o magari delle poltrone, il cui tessuto potrebbe stridere con quello dei tendaggi. Specchi, lampade e porte sono invece facilissimi da inserire in ambienti anche moderni e possono creare uno stacco magico su una parete vuota o liscia. Un solo mobile di antiquariato per stanza, di solito, è la regola per chi si avvicina a questo tipo di arredamento – vedrai, dà un tocco classico ed elegante, ma non appesantisce. Sistemalo in modo che domini la stanza, non nasconderlo dietro ad altro: la bellezza autentica di questi pezzi unici d’arredo nasce proprio dalla loro posizione al cuore della scenografia.
Una volta acquistato, o ereditato, il tuo mobile dovrà sicuramente essere pulito. La prima pulizia di base parte con una bella spolverata –spesso il legno d’antiquariato ha molte intarsi e ceselli, e lì la polvere deve essere rimossa con pazienza. Una volta eliminata la polvere puoi capire se il mobile ha bisogno di un piccolo restauro casalingo – sì, questo è il bello dell’andare per mercatini, potrai poi impegnarti per far rinascere un oggetto occupandotene di persona. Se ci sono piccoli graffi o zone in cui il colore tende a venir via, procurati un buon olio impregnante (Nuncas propone Livax Olio Restauratore) e passalo sulle superfici da trattare. Devi scegliere il colore che meglio si avvicina alle tue esigenze – i pigmenti contenuti nell’olio restauratore andranno a cancellare le piccole righe e i segni dell’usura. Con un unico gesto nutrirai in profondità il tuo mobile, idratando la fibra di legno e ripristinando il naturale tasso di umidità che lo fa risplendere di luce propria. A questo punto, il tuo mobile è pronto per essere presentato al pubblico. Certo, perché soprattutto in inverno, il calore visivo emanato dai mobili di antiquariato basta da solo a riscaldare l’atmosfera, quindi perché non approfittarne e organizzare un piccolo party di “show off”? Se il tuo mobile è ben protetto non dovrai preoccuparti di macchie e aloni e potrai essere una padrona di casa serena.
Veniamo poi alla pulizia di tutti i giorni: certamente, una volta installato in casa, il tuo mobile di antiquariato dovrà essere protetto dall’uso quotidiano e dal pericolo di piccoli incidenti, in fondo è arrivato a te dopo tanti anni e il tuo impegno deve essere quello di passarlo a qualcun altro in buone condizioni. Se il mobile è in legno, occorre proteggerlo soprattutto con una buona cera. Nuncas propone sempre nella sua gamma Livax una pratica Livax Cera Lucidante Spray, che può essere usata su tutti i mobili di legno, pregiati e di antiquariato. Si applica in un soffio e si passa con uno straccio morbido – sarà il tuo gesto d’amore per i tuoi mobili più belli e preziosi.